Glossario M-R

M

Mailing List

Lista di email dove, un unico mittente, invia periodicamente dei messaggi (uno-ad-uno). In verità, il significato originale è “lista di distribuzione”. La lista di distribuzione è un messaggio inviato da chiunque sia iscritto ad una lista di distribuzione e che, in modo automatico, viene inviata a tutti gli iscritti della Mailing-list (molti-a-molti). Le liste, solitamente, contengono gli indirizzi di posta elettronica, gli abbonati che ricevono email, le pubblicazioni a cui hanno aderito, eventuali note pertinenti o dati del profilo.

MDA – Mail Delivery Agent

Usando solitamente i protocolli IMAP o POP, è l’applicazione che trasferisce il messaggio dall’MTA all’MUA.

MHTML – Mime HTML

É un metodo per inviare messaggi email MHTML con contenuti incorporati tipo immagini. Per maggiori approfondimenti, guardare la definizione di Immagini embedded.

MTA – Mail Transfer Agent

In modo non propriamente corretto viene chiamato anche Server SMTP. E’ il sistema che fisicamente spedisce, al server di destinazione, il messaggio.

MSP – Mail Service Provider

É il fornitore di servizi di posta. Ne sono un esempio Yahoo, Hotmail, Gmail, eccetera.

MUA – Mail User Agent

Anche chiamato Client di posta emettronica, è un’applicazione utilizzata per la lettura delle email. Può essere online (webmail) oppure può essere un software installato su personal computer (Outlook, Lotus, Thunderbird, Notes, ecc.), su cellulare o altro tipo di dispositivo. Ciascun client di posta elettronica gestisce in modo leggermente diverso la visualizzazione dei messaggi e lo spam.

MX – Mail Exchange record

É il server che amministra la posta all’interno di un dominio. È una configurazione del DNS.

N

Newsletter

Un messaggio email, con informazioni sempre pertinenti su uno specifico argomento, inviato ad intervalli regolari ad un gruppo di iscritti. E’ utilizzato, soprattutto, per tenersi in contatto con i clienti o distribuire nuove informazioni sui vari prodotti. Una newsletter, quasi certamente, è il metodo più efficace per comunicare con il target di riferimento.

Newsletter Template

Sono dei modelli di posta elettronica HTML. Possono essere scaricati e personalizzati.

Non-confirmed Opt-in

É quando un indirizzo effettua la sottoscrizione alla campagna e, l’abbonato, viene aggiunto in automatico alla lista senza ricevere alcun messaggio di conferma.

O

Open Rate (OR)

É il sistema che permette di calcolare il tasso di apertura di un messaggio email. Si misura aggiungendo un immagine trasparente che viene richiamata ogni volta che, il lettore, visualizza le immagini del messaggio.

Opt-in Email

Internet Message Access Protocol, ovvero lo standard di un protocollo per l’accesso e-mail da un server. Detto in altre parole, è un protocollo che viene usato per leggere una casella di posta.

Opt-out (Unsubscribe)

É una specifica richiesta per rimuovere un indirizzo email da una precisa mailing list o da tutte le liste di proprietà del mittente.

P

Performance Statistics – Statistiche

Sono le informazioni, o meglio statistiche, sulle azione che svolgono gli abbonati, come per esempio: tasso di apertura, statistiche di rimozione, click su particolari link del tuo messaggio, eccetera.

Permission-Based Marketing

Campagne email inviate a destinatari che hanno esplicitamente sottoscritto a ricevere informazioni di posta elettronica da una particolare azienda, sito web o persona.

Personalization

Scrivere l’email per far sentire al destinatario che il messaggio è stato inviato proprio pensando a lui, in maniera diretta e personale. Un esempio è, scrivere, “Caro Mario”invece di “Caro amico”.

Phishing

Truffe di posta elettronica che hanno come scopo il furto di identità. Avviene attraverso l’invio casuale di messaggi, che riproducono la grafica di siti di banca e posta, con l’obiettivo di ottenere dalle vittime la password di accesso al conto corrente, al numero della carta di credito o alle password che autorizzano i pagamenti.

Plain Text

Testo che, in un messaggio di posta elettronica, non comporta il codice di formattazione.

Pop – Post Office Protocol

É un protocollo con il quale un client di posta, invia e riceve messaggi da un server di posta elettronica.

Pop-up

Piccola finestra che si apre per attirare l’attenzione dell’utente

Postal Address

Un indirizzo postale fisico inserito nel contenuto del messaggio, di solito indicato come una firma o in un piè di pagina. La firma mostrata di seguito sarà incluso alla fine di ogni messaggio inviato. Ciò è richiesto dalle normative antispam statunitensi di rimanere nel pieno rispetto della legge CAN-SPAM.

Pre-load

Pratica utilizzata per copiare un messaggio da un account all’altro senza rivelare i dati dell’account di partenza (login e password).

Postini

É un servizio di proprietà di Google. Fornisce filtraggio dello spam, oltre a proteggere le reti client da web-malware.

Posta Elettronica Certificata (PEC)

Consente lo scambio di messaggi certificati che, esattamente come una raccomandata con ricevuta di ritorno, hanno un valore legale. L’invio PEC ha valore solo se il messaggio è spedito da un indirizzo email certificato ad un altro ugualmente certificato, identificabili perché legati a domini dedicati. E’ impossibile inviare un’email PEC ad un indirizzo non PEC.

Profilazione

Sezione della lista che comprende solo abbonati che condividono determinate informazioni comuni.

Posta indesiderata

Ci finiscono quei messaggi che vengono intercettati dai filtri antispam. Essi usano molteplici criteri di analisi, legati sia al contenuto sia alla struttura del messaggio.

Q

QR Code

I codici QR (acronimo di “Quick Response”) sono quei simboli “quadrati” presenti sui giornali e sui siti che, se fotografati con la fotocamera dello smartphone, permettono di accedere subito ad ulteriori siti internet, informazioni e video online. I QR Code sono un’evoluzione dei codici a barre le cui potenzialità sono pressoché infinite.

QR Code Generator

È un applicativo software presente in 4Dem, a partire dalla versione 10.1, in grado di generare QR code e leggerli facilmente con lo smartphone.

R

Reply-to Field

É l’indirizzo email che accoglie i messaggi inviati dagli utenti che rispondono ai messaggi ricevuti. ROI – Return on Investment: è il profitto, espresso in percentuale, derivante da una strategia marketing o da una campagna pubblicitaria.

Relay Block List

Meglio conosciuta come blacklist, ovvero quell’elenco, quasi sempre pubblico, di domini o indirizzi IP da cui provengono spam o, peggio ancora, virus. Ogni utente ha la possibilità di segnalare spam alle blacklist come, per esempio, Spamcop o Uribl.

Render

Lo stesso messaggio può apparire in diversa forma a seconda che sia visualizzato, per esempio, su Yahoo mail o su Outlook. Con il termine Render si intende come il messaggio appare su un particolare client di posta.

Return Path

E’ l’indirizzo del server che ha inviato il messaggio. Può essere diverso sia dall’indirizzo del mittente che da quello a cui viene recapitata la risposta (reply-to). Il server di destinazione può rispondere all’envelope-sender con messaggi di errore (per esempio: casella inesistente, casella piena, eccetera). Si riconosce guardando nell’header del messaggio e identificando la riga “Return-Path”. È utilizzato anche dai postmaster per bloccare una fonte di spam.

Reverse DNS

Configurazione dei DNS che permette di tradurre un dominio o un host in un indirizzo IP e viceversa, ovvero, di partire dall’indirizzo IP per risalire al corrispondente dominio. Inviare servendosi di un server di posta non configurato con il DNS significa, quasi certamente, di essere filtrati dai sistemi antispam.

RFC – Request for Comment

Elenco di documenti dai quali sono tratti tutti gli standard internet approvati dalla IETF (Internet Engineering Task Force). Liberalmente consultabili al sito: www.ietf.org/rfc.html

RIPE

Ente incaricato ad assegnare ed amministrare gli indirizzi IP in Europa. Consultando il sito ripe.net è cosi possibile risalire all’intestatario di un indirizzo IP inserito.

RSS – Really Simple Syndication

Standard basato sull’XML che consente di condividere su diversi sistemi i contenuti. E’ quindi possibile iscriversi al servizio RSS di più siti attraverso degli “aggregatori”, per poter ricevere, in una interfaccia singola, tutte le loro novità, senza dover aprire singolarmente ciascun sito.
Questa guida ti è stata utile? Grazie per il tuo feedback. Si è verificato un problema durante l'invio del tuo feedback. Per favore riprova più tardi.