Cos'è e come si inserisce un preheader

Tempo di lettura: 2 minuti

Difficoltà: Base

Non sai cosa sia un preheader, la sua importanza o semplicemente come inserirlo nelle tue campagne email con 4Dem? Lo vedremo insieme in questa guida.

In questa guida:

Cos'è il preheader e perché è importante

Il preheader è quella porzione di testo che viene mostrata subito dopo l'oggetto di un'email in modo da fornire una "preview" del contenuto della tua campagna email.

Insieme al mittente e l'oggetto il preheader (o sommario) costituisce il terzo fattore preso in considerazione da un tuo contatto per stabilire se aprire o meno le tue email. Questo non dovrebbe quindi essere lasciato al caso dato che i client di posta prelevano automaticamente i primi elementi di testo presenti nella tua email, come per esempio il link di visualizzazione sul browser.

Alcuni consigli

- Sfrutta i primi 30 / 35 caratteri per mettere in evidenza il contenuto veramente importante. Lo spazio messo a disposizione dai client di posta è variabile, può variare da un minimo di circa 40 caratteri a un massimo di 100, la porzione di testo mostrata inoltre può dipendere anche dalla risoluzione del dispositivo utilizzato per la lettura.

- Sfrutta lo spazio a disposizione. Come indicato sopra i client prelevano in automatico i primi contenuti testuali presenti nell'email. Inserire un preheader con una lunghezza minima di 60 / 70 caratteri diminuisce il rischio che questo venga completato con del testo prelevato dalla tua email creando una rottura nella continuità logica della frase. Ricorda che alcuni client come Gmail mettono a disposizione tra 100 e 110 caratteri, in questi casi è bene sfruttare l'intero spazio messo a disposizione.

- Utilizza termini che invitino all'azione. Se stai inviando un'email incentrata su una call to action dare rilevanza a quest'ultima nel preheader può arricchirlo di un valore pratico e diretto verso l'azione desiderata consentendo alla tua email di risaltare tra le altre.

- Non ripetere l'oggetto. Oggetto e sommario sono due aree di testo con finalità ben distinte. Riportare l'oggetto nel contenuto del preheader vanifica l'utilità di entrambi e trasmette al lettore l'idea che si tratti di un refuso, di una ripetizione sgradevole o di mancanza di professionalità.

- Non lasciare il sommario vuoto. I client di posta prelevano un preheader sia che tu lo imposti o meno. Il primo elemento testuale generalmente è il link di visualizzazione su browser, quindi se non inserirai il preheader è molto probabile che il client mostri proprio il testo del link alla versione su browser "Se non visualizzi bene la comunicazione aprila su browser".

- Non inserire il link di disiscrizione. Il link di disiscrizione è obbligatorio e deve essere facilmente individuabile da parte del lettore, tuttavia il preheader non è il luogo dove inserirlo.

- Non inserire il preheader tramite copia e incolla. Quando copi del testo, soprattutto da editor o tool come word / open office / libre office, è molto probabile che insieme a questo vengano copiati "stili" o "codice di stile" che, sebbene non visibili, possono compromettere la corretta lettura del testo da parte dei client di posta. Inserisci il testo sempre manualmente, oppure in caso di copia e incolla "pulisci" il contenuto inserendolo prima su un tool di testo semplice come il blocco note oppure la barra di ricerca del tuo browser.

Come inserire un preheader

Il preheader viene prelevato dai primi elementi testuali della tua email, tuttavia il suo contenuto spesso può interferire con il design utilizzato e si desidera che venga visualizzato solo vicino l'oggetto e non nel contenuto vero e proprio.

Con 4Dem puoi inserire un preheader "nascosto" dalle impostazioni della campagna compilando il campo "Sommario" che trovi appena sotto il campo obbligatorio "Oggetto".

Riassumendo:

  • Il preheader è quella porzione di testo che viene mostrata subito dopo l'oggetto di un'email in modo da fornire una "preview" del contenuto della tua campagna email.
  • Insieme al mittente e l'oggetto il preheader (o sommario) costituisce il terzo fattore preso in considerazione da un tuo contatto per stabilire se aprire o meno le tue email.
  • Sfrutta i primi 30 / 35 caratteri per mettere in evidenza il contenuto veramente importante.
  • Sfrutta tutto lo spazio a disposizione.
  • Utilizza termini che invitino all'azione.
  • Non ripetere l'oggetto.
  • Non lasciare il sommario vuoto.
  • Non inserire il link di disiscrizione.
  • Puoi inserire un preheader "nascosto" dalle impostazioni della campagna compilando il campo "Sommario" che trovi appena sotto il campo obbligatorio "Oggetto".
Questa guida ti è stata utile? Grazie per il tuo feedback. Si è verificato un problema durante l'invio del tuo feedback. Per favore riprova più tardi.

Hai ancora bisogno di aiuto? Contattaci Contattaci